martedì 30 maggio 2017

Estratto di Uva, Pera e More di gelso bianche


Anche oggi sono andata a raccogliere un po di more di gelso, stavolta quelle bianche, molto più dolci rispetto a quelle nere, e le ho usate per un estratto.
Le more di Gelso bianco danno molti benefici all'organismo e sono ricche di proteine e vitamine: A, C, K, E e vitamine del gruppo B. A noi piacciono proprio tanto e, come avrete notato, le usiamo spesso quando le troviamo. Solitamente non compro frutta fuori stagione ma mi hanno regalato un grappolo d'uva ed ho deciso di aggiungerlo a questo succo, che col suo sapore dolce è adatto ad essere consumato anche dai bambini, infatti mio figlio ne va matto!

INGREDIENTI per 2 persone:

20 acini d'uva
1 pera
40 more di gelso bianche
1/2 lime

PREPARAZIONE:

Staccate gli acini dal raspo, levate il picciolo alla pera e tagliatela a pezzi. Pelate al vivo il lime, togliendo anche la parte bianca, e mettete la frutta, alternandola, nell'estrattore. Bevete subito il succo ottenuto.

domenica 28 maggio 2017

Clafoutis di More di Gelso nere



Di fronte a casa mia c'e un parco pieno di gelsi carichi i frutti. La maggior parte sono ancora un po' acerbi ma stamattina, da lontano, ho visto una pianta stracolma di more e mi sono fiondata a raccoglierle. Ci ho fatto questa buonissima torta, ma ho già pensato ad altre ricette perché penso di raccoglierne altre, tempo permettendo...
Ora vi lascio la ricetta, spero che vi piaccia!

INGREDIENTI:

230 gr di more di gelso
200 ml di latte intero
90 gr di farina integrale
3 uova
110 gr di zucchero
1 pizzico di sale

Per rivestire lo stampo:

1 noce di burro
2 cucchiai di zucchero

PREPARAZIONE:

Lavate le more, togliete il picciolo con le forbici e fatele asciugare. In una ciotola mescolate le uova con lo zucchero, aggiungete il sale, il latte ed infine, sempre mescolando, la farina. Otterrete una pastella piuttosto liquida. Ungete lo stampo con il burro e cospargetelo di zucchero, togliendo l'eccesso. Disponete le more sul fondo della teglia e versateci delicatamente la pastella. Cuocete in forno a 180 gradi per circa 45 minuti. Controllate la cottura e fate raffreddare il dolce prima di sformarlo.



More di gelso




sabato 27 maggio 2017

Il mio Dakos con Pomodorini, Capperi e Feta per il Club del 27


Eccoci giunti anche questo mese al 27, il giorno di pubblicazione di tutte le ricette del Club del 27. Come sempre trattiamo un tema passato di MTChallenge, in questo caso le insalate, replicandone le ricette. Ho scelto di fare i Dakos cretesi, delle friselle molto semplici ma altrettanto gustose. La ricetta originale, tratta da La cucina greca di Jean-Michel Carasso, prevedeva le olive ma purtroppo non le avevo, ed essendomi ridotta all'ultimo momento per farla, le ho sostituite con i capperi, per dare un tocco salato in più. Un piatto semplice, veloce e gustoso, ideale da gustare in queste giornate calde.
Vi lascio la ricetta, spero che vi piaccia.

INGREDIENTI per 2 persone:

2 friselle integrali
14 pomodorini
60 gr di formaggio feta
1 cucchiaio di capperi sottosale
Crescione fresco
Olio evo
Aceto balsamico
Sale
Pepe

PREPARAZIONE:

Tagliate a pezzetti i pomodorini e conditeli con olio, sale, pepe e un goccio di aceto.
Sciacquate i capperi ed aggiungeteli ai pomodorini, mescolate e lasciate insaporire 5 minuti. Bagnate velocemente sotto l'acqua le friselle, salatele e farcitele con i pomodorini. Aggiungete la feta sbriciolata e un goccio del condimento  dei pomodorini. Spezzettate con le mani il crescione, mettetelo sulle friselle e servite subito.

Ecco qui tutte le altre ricette aderenti al club del 27, un ventaglio di insalate.




venerdì 26 maggio 2017

Estratto di More di gelso nere e Lime

Davanti a casa nostra c'è un grande parco con tanti gelsi che in questo periodo sono pieni di frutti molto buoni, ed io ogni due giorni esco con un sacchetto e vado a raccoglierli... Li adoro, il problema è che si deteriorano molto velocemente e vanno consumati nel giro di un paio di giorni. Nel corso degli anni ci ho fatto di tutto, confettura, macedonia, torte soffici, crostate... Quest'anno però nella mia cucina c'e stata una new entry, l'estrattore di succo! L'ho inaugurato con questo estratto, dal sapore leggermente aspro ma molto gradevole. Devo dire che l'estrattore è stato veramente un ottimo acquisto, non abbiamo mai consumato tanta frutta e verdura come ora!

INGREDIENTI:

300 gr di more di gelso nere
1 fettina di lime

PREPARAZIONE:

Sbucciate il lime togliendo anche la parte bianca ed introducete le more nell'estrattore. Aggiungete il pezzo di lime ed il succo è pronto. Bevetelo subito.


Partecipate al Meat Free Contest sulla frutta di stagione!




lunedì 15 maggio 2017

Tris di rolls al crudo di Salmone e Frutta

Anche se non mi sembra vero (di solito arrivo all'ultimo momento), ho già preparato la ricetta per la sfida del mese di MTChallenge, la numero 66. Ogni sfida è più bella della precedente... Stimolante, perché mi piace cercare nuovi abbinamenti di sapori, e si è trattato sempre di preparazioni per me nuove. Stavolta la sfida prevedeva di preparare 2 o 3 roll formati da una base arrotolabile, un ripieno e una base d'appoggio. Io ne ho fatti 3 diversi ma uniti da un unico filo conduttore, il salmone crudo abbinato alla frutta. Il tema della sfida è stato scelto da Giovanna, la vincitrice della scorsa edizione. Sul suo blog Gourmandia trovate un post molto bello e dettagliato sui rolls, leggetelo perché è veramente molto interessante.
Ora vi lascio la ricetta di questi antipasti, spero che vi piaccia.


  • Per il primo roll ho abbinato dei filetti di salmone con la senape e il mango:

INGREDIENTI per la base:

1/2 mango maturo

Per il ripieno:

100 gr di filetto di salmone già abbattuto
300 gr di formaggio caprino di latte vaccino
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di senape
2 rametti di aneto
1 pizzico di sale

Per i crackers:

4 cucchiai colmi di farina integrale
4 cucchiai d'acqua
1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:

Pulite il pesce dalle lische e dalla pelle e tagliatelo a strisce belle alte. Mescolate il formaggio con il miele, la senape e un pizzico di sale. Sbucciate il mango ed affettatelo con una mandolina. Disponete le fette di mango su un tappetino da sushi rivestito di pellicola. Mettete sopra la crema di formaggio, aggiungete l'aneto tagliato a pezzettini ed infine le strisce di salmone. Arrotolate il roll, stringetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in congelatore a rassodare. Preparate i cracker impastando insieme tutti gli ingredienti. Tirate la pasta col matterello fino ad uno spessore di un millimetro e tagliateli della stessa misura dei roll. Bucateli con la forchetta ed infornateli a 180 gradi per circa 12 minuti. Togliete dal freezer il roll e tagliatelo a fette senza togliere la pellicola. Lasciatelo un po' a temperatura ambiente. Raggiunta la temperatura di servizio voluta disponete le fette (stavolta senza pellicola) sui cracker e servite.



  • Per il secondo roll ho abbinato un carpaccio di salmone con la rucola e le more di gelso nero:



INGREDIENTI per la base:

150 gr di filetto di salmone già abbattuto

Per il ripieno:

1 patata bollita
13 more di gelso nero
Foglioline di rucola
Sale
1 pizzico di zenzero in polvere
Olio evo

Per la cialda di polenta:

Farina per polenta
Acqua
Sale

PREPARAZIONE:

Schiacciate la patata e conditela con il sale, lo zenzero e un filo d'olio. Togliete le lische e la pelle dal salmone e tagliatelo molto sottile in fette il più lunghe possibile. Disponete le fette di salmone su un tappetino da sushi rivestito di pellicola. Con le dita fate aderire la crema di patate sul salmone, aggiungete la rucola e le more di gelso. Arrotolate il roll, avvolgetelo nella pellicola e fatelo rassodare in freezer. Preparate la polenta aggiungendo la farina all'acqua bollente salata. Una volta cotta stendetela sulla carta forno molto sottile e fatela raffreddare. ritagliate dei dischi con un coppapasta ed infornateli a 180 gradi per 10 minuti, poi abbassate a 100 gradi per altri 10 minuti. Le cialde devono seccarsi e diventare molto croccanti.
Raggiunta la temperatura di servizio voluta disponete le fette (stavolta senza pellicola) sulle cialde di polenta e servite.


  • Per il terzo roll ho abbinato una tartare di salmone al lime con classico avocado:

INGREDIENTI per la base:

1 avocado maturo

Per la tartare:

100 gr  di filetto di salmone già abbattuto
1 cucchiaino di succo di lime
1 cucchiaio di salsa di soia
2 gocce di olio di sesamo
1/2 cucchiaino di zucchero

Per il ripieno:

1/2 patata bollita
2 cucchiai di spinaci già cotti e tritati col coltello
1 cucchiaino di succo di lime
1 cucchiaino di olio evo
Sale

Per i crackers:

4 cucchiai colmi di farina integrale
4 cucchiai d'acqua
1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:

Pulite il salmone da lische e pelle e fatelo a pezzettini. Mettelo in una ciotola con tutti gli ingredienti della marinata, mescolatelo bene e fatelo riposare per almeno 30 minuti in frigorifero.  Sbucciate l'avocado, togliete il nocciolo ed affettatelo sottilmente. Disponete le fette su un tappetino da sushi rivestito di pellicola. Impastate gli spinaci con la patata e conditeli con il sale, l'olio e il succo di lime, disponete il ripieno sull'avocado ed aggiungete la tartare scolata. Arrotolate il roll, avvolgetelo nella pellicola e fatelo rassodare in freezer. Preparate i cracker impastando tutti gli ingredienti. Tirate la pasta col matterello fino ad uno spessore di un millimetro e tagliateli della stessa misura dei roll. Bucateli con la forchetta ed infornateli a 180 gradi per circa 12 minuti. Togliete dal freezer il roll e tagliatelo a fette senza togliere la pellicola. Lasciatelo un po' a temperatura ambiente. Raggiunta la temperatura di servizio voluta disponete le fette (stavolta senza pellicola) sui cracker e servite.


Decorate a piacere i roll prima di servirli.

Quasi dimenticavo... le more le abbiamo raccolte stamattina io e mio figlio dai gelsi vicino casa. Sono le prime della stagione e, come sempre, sono eccezionali!

Con questa ricetta partecipo a MTChallenge n. 66 i rolls



Vi ricordo che se volete potete partecipare al mio contest. Questa volta l'ingrediente obbligatorio è la frutta di stagione.


domenica 14 maggio 2017

Cucinare senza sprechi


Oggi è la festa della mamma e questo post lo dedico a tutte le mamme, in particolare a quelle che come me, cercano di sprecare il meno possibile. Auguri a tutte noi!
In molti mi hanno chiesto di approfondire l'argomento degli scarti alimentari, per cucinare senza sprechi e per riciclare il più possibile. Ormai lo sapete, non mi piace per niente sprecare, soprattutto in cucina. Alcuni alimenti hanno una percentuale molto alta di scarto, ed io cerco sempre di utilizzare queste parti, meno pregiate ma non per questo meno buone, per creare un piatto diverso. Ecco qualche idea per non sprecare:

Scarti di verdure, bucce e foglie:

  • Il modo migliore per usare le parti meno pregiate degli ortaggi è quello di farne delle zuppe:
La regola di base è di cuocerli con una patata, per ottenere una maggiore cremosità, insaporire con erbe aromatiche o spezie e frullare tutto.
  • Bucce di carote:
Tritate le bucce e saltatele in padella con un po' di burro, zucchero, frutta secca tritata e uvetta. aggiungete la cannella, fate raffreddare ed unitele all'impasto della torta margherita.
  • Frittata di foglie di ravanelli:
Tritate le foglie di ravanelli e sbollentatele per un paio di minuti. Scolatele ed aggiungetele alle uova per una frittata saporita.
  • Polpette di verdure con scarti vari:
Tagliate a cubetti gli scarti delle varie verdure (bucce di patate, carote oppure la parte centrale che avanza quando si usa il temperaverdure). Insaperiteli con sale, pepe, aglio ed aggiungete un uovo. Unite del pane grattugiato, formate le polpette e cuocetele al forno o in padella con un filo d'olio.
  • Chips di bucce di patate:
Quando vi servono le patate per una preparazione pulitele bene dalla terra e sbucciatele. Cucinate le patate come preferite e mettete da parte le bucce, se non vi servono subito potete anche congelarle. Tagliate le bucce a stiscioline, fatele friggere in olio bollente, aggiungete sale, pepe, paprika e servite subito.
  • Salsa di gambi di carciofi:
Cuocete in poca acqua i gambi e le foglie esterne dei carciofi. Scolateli e frullateli con qualche noce, uno spicchio d'aglio e un filo di olio. Servite con dei crostini di pane.
  • Pesto di bucce di carote:
Frullate le bucce delle carote con qualche mandorla, uno spicchio di aglio, un filo di olio e un pizzico di sale. Aggiungete del curry o della senape e servite il pesto con dei crostini di pane.

  • Risotto con foglie di carote o ravanelli:
Lavate e tagliate a listarelle le foglie di carote o ravanelli ed aggiungetele al risotto a metà cottura.

Baccelli di fave o piselli:

  • Crema di baccelli di fave o piselli:
Sbollentate i baccelli per 15 minuti, scolateli e frullateli con uno spicchio d'aglio, un filo d'olio, sale e pepe. Aggiungete della paprika affumicata o del peperoncino e servite la crema con dei crostini.

Insalata vecchia:

  • Bruschette di verdure:
Saltate in padella con un filo d'olio mezza cipolla affettata per due minuti. Spegnete il fuoco e aggiungete l'insalata vecchia, qualche oliva e un'acciuga a pezzi. Servitele con del pane vecchio tostato.

Pane raffermo:


  • Pizza di pane:

Tagliate a fette il pane raffermo e bagnatelo nel latte. Disponetelo in una teglia senza lasciare spazi e conditelo con passata di pomodoro, origano e mozzarella. Cuocete in forno per 20 minuti.

Scarti di pesci e crostacei:

  • Brodo di crostacei:
Mettete in una pentola i gusci e le teste dei gamberoni, aggiungete un filo d'olio, uno scalogno e un pezzo di carota. cuocete un paio di minuti ed aggiungete acqua e un pizzico di sale. Cuocete per 30 minuti, filtrate ed usate il brodo per un risotto.

  • Brodo di pesce con scarti:
Mettete la pelle, la lisca e la testa dei pesci in acqua fredda e fateli bollire con un pizzico di sale, una carota e un gambo di sedano per 30 minuti. Filtrate il brodo e usatelo in un risotto.

Scarti e bucce di frutta:

  • Biscotti con bucce di mela:
    Quando preparate i biscotti aggiungete le bucce di mela tagliate a striscioline all'impasto dei biscotti.
  • Confettura di bianco di anguria:
Tagliate la parte bianca dell'anguria e fatela macerare per una notte con succo di limone, zucchero e zenzero. Cuocete per 50 minuti e invasate.

_________________________________________

Ecco nel dettaglio alcune mie ricette:

In questa crema, oltre al gambo del cavolfiore, ho usato lo scarto centrale delle carote che ho "temperato" per un'insalata

_________________________________________


Le foglie più esterne del cavolfiore sono ottime in questa crema.



_________________________________________


Le foglie della cicoria, che si trovano su un cespo di puntarelle, sono poche per essere consumate come contorno ma bastano ad insaporire questa crema di cannellini.


_________________________________________


Le foglie del cavolfiore (anche quelle delle carote) si possono fare in insalata accompagnate de altre verdure, e sono molto buone!


_________________________________________


Un risotto cremoso dal gusto intenso può nascere anche dallo scarto del cipollotto.

Risotto con gambi di Cipollotto e formaggio di Capra


_________________________________________


Con i gambi delle biete potete fare questo ottimo pesto, buono sui crostini e ottimo per condire la pasta.


_________________________________________


Gli scarti di carote, le foglie di sedano e le bucce di cipolla possono essere aggiunte ad altre verdure per ottenere un ottimo dado vegetale, utilissimo per insaporire i vostri piatti.


_________________________________________

La cucina del riciclo:



Una crostata per smaltire il cioccolato delle uova di Pasqua.


_________________________________________



Dei tartufi veloci per consumare il panettone o la colomba avanzati.



_________________________________________

Con la pasta avanzata è d'obbligo fare la frittata di pasta.

Frittata di Pasta



Un'altra buona idea è quella di utilizzare gli scarti di un prodotto alimentare in maniera alternativa, per utilizzi non alimentari:

Fondi di caffè:

- Possono essere utilizzati come deodorante per il frigorifero. Lasciati asciugare e messi in un piccolo contenitore, come un bicchierino di plastica, riposti in frigo per un paio di giorni assorbono gli odori sgradevoli.

- Dopo aver tagliato cipolla e aglio per togliere dalle mani l'odore sgradevole potete strofinarle con i fondi di caffè e sciacquarle sotto l'acqua.

- Per rimuovere lo sporco ostinato dal lavello e dalle pentole si possono mischiare i fondi di caffè con un po' di detersivo per piatti per ottenere una crema abrasiva.





Per queste ricette ho preso spunto dalla mia fantasia, dai consigli delle amiche, dalla rete e da una raccolta di ricette per salvare il pianeta.

lunedì 1 maggio 2017

Meat Free Contest Marzo-Aprile, la ricetta vincente e'...

Il tempo vola, siamo già a Maggio ed è finito un altro bimestre del Meat Free Contest. Avete partecipato in molti, vorrei ringraziare tutti ed ora, con piacere, che vi annuncio il nome del blog vincitore, che ospiterà il Meat Free Contest per la sfida di Maggio-Giugno, potrà inoltre scegliere i finalisti, decidere quale "tema" dare al contest, mettere delle limitazioni o inserire degli ingredienti obbligatori. Può fare come preferisce.


Per questo bimestre il contest è stato ospitato da Sabrina in cucina e le tre ricette finaliste, scelte da lei, era molto invitanti:






La scelta è stata difficile ma alla fine ho deciso: gli arancini con carciofi e pancetta!
Faccio i complimenti a Tania, per la vittoria e vi invito tutti sul suo blog,
nei prossimi giorni per vedere le sue variazioni al tema e gli alimenti esclusi o obbligatori che sceglierà.



Vi invito a leggere il regolamento, mi sono accorta che alcuni punti non erano molto chiari ed ho cercato di sistemarli.
Vi auguro buona giornata. A presto!