mercoledì 30 settembre 2015

Pizza Primavera

In questo periodo accendo il forno volentieri però mi capita di aver voglia di mangiare ancora qualcosa di fresco. Mi sono ricordata di questa ricetta, è una pizza da preparare in anticipo e servire fredda. Era la mia preferita diversi anni fa, poi non so perché è finita nel dimenticatoio... La preparavo spesso quando lavoravo in panetteria e visto che i pomodorini sono ormai quasi a fine stagione ho deciso di approfittarne e farla oggi. Spero che vi piaccia.
INGREDIENTI:
Per la pasta per pizza:
300 gr di farina 0
200 gr di farina Manitoba
300 ml di acqua
25 gr di lievito fresco
2 cucchiaini rasi di sale
+
100 gr. di passata di pomodoro
1 pizzico di sale
Per la farcitura:
100 gr. di insalata mista
15 pomodorini
2 mozzarelle
200 gr. circa di tonno in scatola
2 cucchiai di maionese
1 pizzico di sale
1 filo d'olio evo

PREPARAZIONE:
Per prima cosa preparate l'impasto per la pizza.
Mettete nella ciotola della planetaria le farine. In un bicchiere con 100 ml di acqua tiepida sciogliete il cubetto di lievito ed aggiungetelo alle farine (io sono pigra e lo metto a secco, sbriciolato). Impastare con il gancio ed aggiungete la restante acqua. Unite il sale e continuate a lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formate una palla con le mani e mettetela a riposare in una ciotola unta d'olio. Coprite la pasta con un panno pulito e lasciatelo in un posto caldo, lontano da spifferi. Dovrà lievitare per circa due ore, finché il volume sarà 
raddoppiato. L'ideale sarebbe metterlo nel forno spento ma con la luce accesa. Al termine della lievitazione ungete una teglia con olio extra vergine d'oliva e capovolgeteci sopra la ciotola, staccando delicatamente l'impasto. Cercando di lavorarlo il meno possibile allargatelo, schiacciandolo con la punta delle dita. Copritelo con la salsa di pomodoro, il sale e cuocete per circa 25 minuti a 200 gradi. 
Fate raffreddare completamente la pizza prima di spalmarci sopra un velo di maionese. Aggiungete l'insalata, i pomodorini tagliati a metà, la mozzarella a cubetti e il tonno. Condite con sale e olio e servite.

Suggerimenti:
Cuocete la base prima e farcite la pizza circa un'ora prima di servirla.
Per risparmiare tempo potete usare la pasta per pizza fresca già pronta.


lunedì 28 settembre 2015

Pesto (metodo veloce)

Per tutta l'estate, miracolosamente, il basilico sul mio balcone è stato rigoglioso. L'ho raccolto tutto diverse volte e, nonostante le "gufate" di mio marito che sa che non ho il pollice verde, è sempre ricresciuto più di prima. Che farne di quelle profumatissime foglie verdi se non il pesto? Più di una volta mi è capitato di fare il pesto nel mortaio e poi ho pensato: ma chi me lo fa fare? Ok, questa non è la classica ricetta del pesto alla genovese ma è buonissimo e quando non ho tempo preferisco mangiare il mio pesto piuttosto di quello comprato al supermercato che è pieno di conservanti e ingredienti non molto genuini...
INGREDIENTI:
50 gr di foglie di basilico già lavate e asciugate
100 ml di olio evo
1 cucchiaio di pinoli
1 spicchio d'aglio
60 gr di Parmigiano grattugiato
30 gr di pecorino
1 pizzico di sale grosso


PREPARAZIONE:
Mettete nel mixer (o nel frullatore) l'olio, il basilico, il sale, i formaggi e l'aglio. Frullate fino ad ottenere una crema ed aggiungete i pinoli. Frullate ancora per qualche secondo, lasciando i pinoli a pezzettini.
E' possibile surgelare il pesto in vasetti monoporzione.

sabato 26 settembre 2015

Torta "7 vasetti" di Kamut allo Yogurt

La torta "7 vasetti" mi è piaciuta così tanto che ho deciso di farne una nuova versione, ancora più leggera, con farina di Kamut e un solo uovo. E' finita subito...
INGREDIENTI:
1 vasetto di yogurt bianco dolce (io ho usato il mio fatto in casa)
3 vasetti di farina di Kamut
2 vasetti di zucchero di canna
1 vasetto scarso di olio di semi
1 uovo
1 banana matura
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
Zucchero a velo

PREPARAZIONE:
Montate a neve l'albume con il sale e tenetelo da parte. Nella ciotola della planetaria (o se preferite a mano) amalgamate con le fruste il tuorlo e lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Schiacciate la banana con una forchetta ed unitela al composto, aggiungendo anche l'olio, lo yogurt, la farina ed il lievito, amalgamando bene. Unire infine il bianco montato mescolando delicatamente. Versate in una tortiera imburrata e infarinata e cuocete in forno già caldo a 180 gradi per circa 25 minuti. Fate raffreddare la torta, cospargetela con zucchero a velo e servite.

giovedì 24 settembre 2015

Sfoglia salata con Crescenza di capra, Pesto e Pomodorini

La ricetta di questa torta salata risale a un bel po' di tempo fa... La mia amica Francesca del blog THE KITCHEN NOOK mi aveva detto di una torta salata molto veloce con crescenza e pesto. Potevo non provarla? Ho usato la crescenza di capra per un gusto più deciso, io adoro i formaggi di capra, ma si può sostituire con crescenza normale, di latte vaccino.

INGREDIENTI:
1 rotolo di pasta sfoglia
400 gr di crescenza di capra
15 pomodorini circa
2 cucchiai di pesto

PREPARAZIONE:
Srotolare la sfoglia e foderare una tortiera tonda. Coprire con la crescenza spezzettata con le dita, aggiungere il pesto e i pomodorini tagliati a metà. Infornare in forno già caldo a 180 gradi per 20-25 minuti. Lasciare intiepidire e servire.

lunedì 21 settembre 2015

Torta Paesana

La torta paesana (o michelacc) è una preparazione tipica della mia zona, la Brianza. È la classica torta che si fa per la festa del paese che da noi è proprio oggi. Non esiste una ricetta originale perché, come per ogni piatto della tradizione, ogni famiglia ha la sua. È una torta povera, nata per riciclare il pane raffermo e gli avanzi di biscotti che si hanno in casa, arricchita da pinoli e uvetta. Questa è la mia versione, come da tradizione della mia famiglia.


INGREDIENTI per 2 tortiere medie:
1 litro di latte intero
2 michette rafferme (circa 100 gr)
100 gr di biscotti
100 gr di amaretti
100 gr di uvetta
70 gr di pinoli
70 gr di cedro candito
120 gr di zucchero
60 gr di cacao
2 uova

PREPARAZIONE:
Tagliate a cubetti il pane raffermo e mettetelo a bagno nel latte per una notte. La mattina successiva sbriciolate grossolanamente i biscotti e gli amaretti, aggiungeteli al pane ammollato ed unite l'uvetta, il cedro, lo zucchero, le uova, il cacao setacciato e metà dei pinoli. Mescolate con un cucchiaio di legno ed amalgamate bene l'impasto schiacciandolo un po' con la mano, come quando si fanno le polpette. Dovete ottenere un impasto un po' liquido, altrimenti la torta risulterà dura. Imburrate ed infarinate le tortiere e versate l'impasto. Cospargete la superficie con i pinoli ed infornate in forno già caldo a 180 gradi per 35-40 minuti. Controllate la cottura infilando la punta di un coltello nel centro della torta che comunque deve rimanere umida. Una volta fredda riporre in frigo.

venerdì 18 settembre 2015

Crostata al cacao ai Frutti di Bosco

Qualche giorno fa pensavo a come fare una crostata di frutta diversa dal solito e mi sono ricordata di avere in freezer della pasta frolla al cacao. Quando preparo la frolla ne faccio sempre una dose doppia e metà la surgelo, è un mio trucchetto, così quando voglio fare un dolce metà del lavoro è già fatto! Col cacao stanno molto bene i lamponi, quindi cosa c'e di meglio di una crostata al cacao con lamponi e mirtilli?
INGREDIENTI:
Per la frolla:
360 gr di farina 00
40 gr di cacao amaro
200 gr di zucchero semolato
200 gr di burro freddo a pezzettini
80 gr di uova
1 pizzico di sale
Per la crema:
250 ml di latte intero
3 tuorli
70 gr di zucchero
25 gr di maizena
Per guarnire:
2 cestini di lamponi
1 cestino di mirtilli
Gelatina

PREPARAZIONE:
In una ciotola capiente unite tutti gli ingredienti ed iniziate ad amalgamarli usando la punta delle dita per non scaldare troppo l'impasto. Lavorate velocemente l'impasto fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. 
Schiacciatela un po' e fatela riposare in frigo per almeno mezz'ora.
Nel frattempo preparate le crema.
Portate ad ebollizione il latte in un pentolino. A parte, in una ciotola, unite i tuorli allo zucchero e sbattete subito con una frusta finché il composto diventerà chiaro e leggermente montato. Aggiungete la maizena mescolando sempre
con la frusta. Unite il composto al latte bollente e togliete immediatamente dal fuoco. Mescolate per qualche secondo, finché la crema si addenserà e fatela raffreddare in un recipiente di vetro coperta da pellicola "a contatto", appoggiata direttamente sulla crema. Fate raffreddare.
Trascorso il tempo di riposo della pasta frolla lavoratela leggermente con le mani e stendetela col matterello aiutandovi con un po' di farina.
Per non rompere la pasta frolla arrotolatela sul matterello ed appoggiatela con delicatezza sulla tortiera, togliendo l'eccesso dai bordi e bucate il fondo con i rebbi di una forchetta. 
Coprite con un foglio di carta forno, aggiungete del riso o dei fagioli secchi e cuocete in bianco (in forno preriscaldato a 175 gradi per circa 25 minuti). Una volta cotta la base di pasta frolla va fatta raffreddare completamente. Mescolate energicamente la crema pasticciera, mettetela in una sac a poche e, partendo dall'esterno e arrivando al centro, formate una spirale e ricoprite tutta la base di pasta frolla con la crema. Guarnite con i frutti di bosco e spennellate con la gelatina. Tenete la torta in frigo fino al momento di servirla.

mercoledì 16 settembre 2015

Insalata di Mais con Pecorino dolce e Pomodorini

Questo piatto mi ricorda quando ero piccola. Ho avuto la fortuna di crescere in periferia, di giocare per strada e di correre nei prati. Uno tra i nostri passatempo preferiti era giocare a nascondino nei campi di grano e di granturco. Eravamo incuriositi dall'aspetto delle pannocchie e ricordo ancora la sensazione e l'odore delle foglie che mi pizzicavano il collo e le braccia. Ancora oggi quando vedo un campo di granturco mi vien voglia di buttarmi dentro a capofitto... Con questi pensieri per la testa vi presento una ricetta semplicissima.
Ormai siamo a fine estate e non fa ancora freddo, quindi una bella insalata si mangia volentieri. A me piace molto il mais, a mio marito un po' meno, ma quando sono a scarso di idee, per un pranzo veloce, faccio questa insalata colorata e saporita. E' anche un modo per usare gli avanzi di formaggio che tutti abbiamo nel frigorifero.


INGREDIENTI Per 2 persone:
1 scatola grande di mais
8 pomodorini
100 gr di pecorino fresco a latte misto
Basilico
Olio evo
Sale
Aceto di mele

PREPARAZIONE:
Mettere il mais in un colino, sciacquarlo sotto l'acqua corrente e farlo scolare bene. Tagliare a cubetti il pecorino fresco e in quattro parti i pomodorini. Unire tutto in una ciotola, condire con olio, sale, aceto e basilico spezzettato. Mescolare bene e servire.

domenica 13 settembre 2015

Pasta Briseè integrale senza Burro

Da oggi non comprerò più la pasta briseè, non pensavo fosse così facile e veloce farla in casa! È una base neutra, quindi si può farcire con diversi ripieni, sia dolci che salati e la si può fare con la farina che si preferisce. Io in questo caso ho usato l'integrale.

INGREDIENTI:
250 g di farina integrale
100 g di acqua
90 g di olio extravergine d'oliva
1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:
Pesare tutti gli ingredienti e metterli nel mixer. 
Frullare fino ad ottenere una palla (nel mio caso ci sono voluti solo 5 secondi). Togliere la pasta dal mixer e lavorarla per 1 minuto a mano. Metterla a riposare in una ciotola coperta da pellicola trasparente.
Dopo circa 30 minuti la pasta sarà morbida e pronta per essere stesa, farcita e cotta.



Risotto alla Salsiccia e Pesto

Questo primo piatto molto saporito e gustoso ha risolto molte cene a casa nostra. E' un abbinamento insolito che a noi piace molto, provatelo anche voi e fatemi sapere che ne pensate!

INGREDIENTI Per 4 persone:

360 gr di riso carnaroli
300 gr di salsiccia
100 gr di pesto (il mio fatto in casa)
1 piccola noce di burro
40 gr di Grana Padano
1/2 bicchiere di vino bianco
Brodo vegetale (con il mio dado fatto in casa)
Olio evo

PREPARAZIONE:

in un tegame versate un filo d'olio ed aggiungete la salsiccia spellata e tagliata a pezzi. Fate rosolare, aggiungete il riso e fatelo tostare per un paio di minuti. Unite il vino, fatelo evaporare ed aggiungete un mestolo di brodo bollente. Mescolate ed aggiungete un po' di brodo alla volta senza fare asciugare troppo il riso. A cottura ultimata spegnete il fuoco ed aggiungete il formaggio grana, il burro, il pesto e mescolare bene.

venerdì 11 settembre 2015

Torta morbida allo Yogurt e Lamponi

Ormai sappiamo che la farina 00, che è la più usata e diffusa, non fa molto bene alla salute, anzi è addirittura paragonata a un veleno. Da tempo quindi sto cercando di eliminarla prediligendo la farina integrale, di kamut, di farro, la farina di ceci... Per questa torta ad esempio ho usato della farina tipo 1.

Per approfondire l'argomento: La farina 00 è il più grande veleno della storia, anche se biologica  Quando la farina viene raffinata perde le proprietà nutrienti tipiche del frumento integrale, che è un’ottima fonte di fibre ed è ricco di numerose sostanze, che si trovano nella crusca e nel germe...


INGREDIENTI:
250 gr di farina tipo 1
125 gr di yogurt bio ai lamponi
3 uova
170 gr di zucchero di canna

70 gr di burro
1 bustina di lievito per dolci
2 cestini di lamponi freschi
Zucchero a velo
PREPARAZIONE:
In una planetaria montare le uova intere con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e spumosa. Aggiungere il burro precedentemente fuso e raffreddato e continuare a montare unendo anche lo yogurt. Aggiungere infine la farina e il lievito setacciati poco alla volta. Versare il composto ottenuto in una tortiera imburrata ed infarinata, mettere sopra i lamponi ed infornare a 180 gradi per 40 minuti circa.


Al termine controllare la cottura infilando uno stecchino nel centro della torta. Se esce asciutto la torta è cotta. Fare intiepidire e spolverizzare con zucchero a velo.


giovedì 10 settembre 2015

Crema Pasticcera facilissima

La crema pasticcera è una preparazione base per molti dolci. Viene utilizzata per crostate di frutta, semifreddi, bignè, torte di pan di spagna e dolci al cucchiaio ed in base all'uso che se ne vuole fare la crema deve essere più o meno densa. La preparazione della crema pasticcera solitamente fa un po' di paura, forse perché si teme che si stracci o che si formino dei grumi, invece é molto semplice prepararla! Seguendo questa ricetta, grazie alla maizena, otterremo una crema liscia e senza grumi, ideale per farcire una crostata di frutta fresca perché essendo soda non cola e non inumidisce eccessivamente la base di pasta frolla.

INGREDIENTI:
250 ml di latte intero
3 tuorli
70 gr di zucchero
25 gr di maizena

PREPARAZIONE:
Portare ad ebollizione il latte in un pentolino. A parte, in una ciotola, unire i tuorli, lo zucchero e sbattere con una frusta finché il composto diventa chiaro e leggermente montato. Aggiungere la maizena e mescolare sempre con la frusta. Unire il composto al latte bollente e togliere immediatamente dal fuoco. Mescolare per qualche secondo, finché la crema si addensa e far raffreddare la crema pasticcera in un recipiente di vetro coperta da pellicola "a contatto", appoggiata direttamente sulla crema. Fare raffreddare.

La maizena consente di ottenere una crema pasticcera che non abbia un forte sentore di uovo in quanto non ha bisogno di raggiungere il bollore per cuocere ma basta portarla a circa 70 gradi.

Per ottenere una crema meno densa 
da utilizzare nei dolci al cucchiaio si può diminuire la dose di maizena a 15 gr.