martedì 30 giugno 2015

Pasta Frolla al Cacao

La pasta frolla al cacao è una golosa variante della frolla classica. Questa è la mia versione, fatta a mano, che può essere realizzata anche con un mixer o una planetaria.
Con questa frolla ho realizzato:

INGREDIENTI:

360 gr di farina 00
40 gr di cacao amaro
200 gr di zucchero semolato
200 gr di burro freddo a pezzettini
80 gr di uova
1 pizzico di sale
Scorza d'arancia grattugiata

PREPARAZIONE:
 In una ciotola capiente unire tutti gli ingredienti ed iniziare ad amalgamarli usando solo la punta delle dita per non scaldare troppo l'impasto. Lavorare velocemente l'impasto fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.
Schiacciarla un po' e farla riposare in frigo per almeno mezz'ora. 
Trascorso il tempo di riposo lavorarla leggermente con le mani e stenderla col matterello. 
Per non rompere la pasta frolla arrotolarla sul matterello ed appoggiarla con delicatezza sulla tortiera.


Rivestire una tortiera e bucare il fondo con i rebbi di una forchetta. Farcire con crema alla nocciola o marmellata e cuocere in forno preriscaldato a 175 gradi per circa 30 minuti.

lunedì 29 giugno 2015

Millefoglie di Salmone, Parmigiano e Avocado con Granita alla Papaya eBasilico

Creare una ricetta originale con soli 4 ingredienti tra cui il Parmigiano Reggiano. Questa è la regola del contest 4cooking, vai all'essenza, punta all'eccellenza. Sono ammessi solo determinati ingredienti q.b. come spezie, erbe aromatiche, olio ecc. e bisogna abbinare alla ricetta la giusta stagionatura di Parmigiano per esaltarne il gusto.
Ho pensato a questo abbinamento azzardato pensando che se il Parmigiano sta benissimo con i crostacei (che sono dolciastri e grassi) potrebbe essere abbinato anche al salmone, ed infatti ci sta a meraviglia. Da questa idea e dalla mia passione per le marinate giapponesi è nata una ricetta fresca e leggera.


INGREDIENTI per 2 persone:
2 filetti di salmone fresco
1/2 avocado
1/2 papaya
6 foglie di basilico
Per le cialde:
200 gr di Parmigiano Reggiano 24 mesi
Per la marinata:
4 cucchiai di aceto di riso
1 cucchiaio di zucchero
1/2 cucchiaino di sale

PROCEDIMENTO:
La prima cosa da fare è mettere in freezer il salmone per 48-72 ore. Questo procedimento serve per uccidere eventuali parassiti che potrebbero nuocere alla salute. In questo modo invece siamo sicuri di non correre rischi.
Preparare la granita: sbucciare la papaya e togliere i semini interni, tagliarla a pezzi e frullarla con 5 cucchiai d'acqua e le foglie di basilico. Si otterrà una cremina che andrà messa in frigo per un'ora, mescolata e rimessa in frigo per un'altra ora. Se non si usa subito bisogna mescolarla ogni ora per evitare che si ghiacci del tutto.
Preparare ora il salmone:
Una volta scongelati i filetti togliere la pelle e le eventuali lische e ricavarne delle fettine sottili. In un pentolino versare aceto di riso, sale e zucchero. Scaldare leggermente, senza portare ad ebollizione, per far sciogliere gli ingredienti e farli raffreddare. Mettere in un piatto le fettine di salmone e versarvi la marinata ormai fredda. Preparare ora le cialde di Parmigiano Reggiano. Scaldare bene una padella antiaderente, distribuirvi uniformemente il Parmigiano formando 4 cerchi e spegnere il fuoco. Terminare la cottura col solo calore della padella e togliere le cialde, facendole raffreddare su un piatto. Sbucciare l'avocado e tagliarlo a fettine sottili, di 2 millimetri circa. Togliere dal freezer la granita di papaya e comporre il piatto. Mettere due fettine di Carpaccio di salmone marinato, un cucchiaio di granita, appoggiarci sopra tre fettine di avocado e una cialda di Parmigiano. 
Ripetere gli strati concludendo con la granita e due foglioline di basilico. Aggiungere un altro cucchiaio di granita nel piatto e servire immediatamente.




Con questa ricetta partecipo al contest di Parmigiano Reggiano:


venerdì 5 giugno 2015

Polpette al sugo alle Erbe Aromatiche

A chi non piacciono le polpette? Io e mio figlio le adoriamo e le faccio in molti modi diversi... Queste sono morbidissime, di carne di maiale aromatizzata con erbe aromatiche e sono profumatissime. Le ho fatte in umido, con la salsa di pomodoro ma si possono anche passare nel pangrattato e friggere. Io però le preferisco così, più leggere...

INGREDIENTI per 4 persone:
Per le polpette
400 gr di macinato di maiale
1 panino raffermo
1 uovo
1 bicchiere di latte
Grana grattugiato 
Timo
Basilico
Erba cipollina
Rosmarino
Sale
Per la salsa al pomodoro:
300 gr di passata di pomodoro
Olio evo
Sale

PREPARAZIONE:
Tagliare il pane raffermo a cubetti e metterlo ad ammollare nel latte per 5 minuti mescolandolo un paio di volte. Lavare ed asciugare le erbe aromatiche.
Tritare il prezzemolo e l'erba cipollina, sfogliare il timo e spezzettare con le mani il basilico. In una ciotola unire la carne trita, il sale, il formaggio, l'uovo, il pane strizzato e le erbe aromatiche.
Amalgamate bene usando le mani e formare la polpette. Per farle tutte della stessa dimensione uso il porzionatore per il gelato. Per delle polpette grandi è la misura ideale, stavolta invece le ho fatte piccole dividendo ogni pallina a metà.
Far scaldare una padella con un filo d'olio ed aggiungere la passata di pomodoro e il sale. Formare le polpette con le mani e tuffarle nella salsa. Lasciare cuocere per circa 10 minuti rigirandole ogni tanto. Fare intiepidire e servire.





mercoledì 3 giugno 2015

Crostata allo Yogurt con More di Gelso

In questo periodo i gelsi sono pieni di frutti... Le more rosse, dal sapore leggermente più aspro rispetto a quelle bianche mi piacciono molto ed ho deciso di  raccoglierle. Mi sono lasciata prendere la mano, ne ho prese veramente tante ma non si conservano per più di 2 giorni, quindi ho fatto questa insolita crostata farcita con una composta di mele e more di gelso. Una delizia!

INGREDIENTI:
Per la frolla:
300 gr di farina 0
150 gr di zucchero
60 gr di burro a cubetti a temperatura ambiente 
90 gr di yogurt bianco
1 uovo
1 pizzico di sale
Per la farcia:
2 mele
400 gr di more di gelso rosse
3 cucchiai di zucchero
1 noce di burro

PREPARAZIONE:
Lavare le more e tagliare il picciolo con le forbici. Per fare questa operazione (come per la raccolta delle more dall'albero) consiglio di indossare dei guanti in lattice per evitare di sporcarsi le mani con il succo dei frutti. Sbucciare le mele, tagliarle a pezzi e metterle in una padella con lo zucchero e una noce di burro. Far saltare le mele in padella a fuoco vivace per 5 minuti ed aggiungere le more. Proseguire la cottura per altri 5 minuti e fare raffreddare la composta.
Mettere tutti gli ingredienti della pasta frolla in una planetaria o in una ciotola ed impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Tenere da parte un po' di pasta frolla per la decorazione e con la rimanente pasta rivestire una tortiera schiacciandola con le mani sul fondo e contro i bordi.
Versare la composta di more di gelso e mele nella frolla. Stendere la rimanente pasta e con dei taglia biscotti tondi ottenere dei dischetti grandi e piccoli.
Adagiarli sulla composta e cuocere in forno già caldo a 170 gradi per circa 20 minuti. Lasciare raffreddare completamente la crostata prima di servirla.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di primavera: